Brava AIRC, bella newsletter!

Siete iscritti alla newsletter dell’AIRC? Beh, dovreste. Perché offre contenuti pratici, consigli utili per la prevenzione dei tumori ed è bella. E la bellezza, secondo me, è un valore anche quando si comunica salute e scienza.

AIRC

Newsletter AIRC, Associazione Italiana Ricerca contro il Cancro.

Nel titolo di questo post ho usato ben due aggettivi – brava e bella – sebbene in un’altra occasione abbia detto che bisogna fare attenzione perché il titolo veicola un messaggio e gli aggettivi possono essere pericolosi. In questo caso ho dato un giudizio, anzi due: brava, e l’AIRC se lo merita, e bella, ora vi spiego perché.

Per te 5 guide sull’alimentazione e la rivista ABC.
L’oggetto della mail annuncia un regalo, anzi sei: 5 guide e una rivista. Ho pensato subito a questo come a un materiale ghiotto da aggiungere a opuscoli e brochure preziosi per chi scrive di salute. Così ho aperto la mail.

L’AIRC dice subito chi è con il suo logo in evidenza in alto a sinistra, poi invoglia a continuare la lettura con il benessere vien mangiando, un esordio rassicurante perché familiare, giocato sul proverbio “l’appetito vien mangiando”, e benaugurale perché lega la salute alla corretta alimentazione, concetto ribadito nel messaggio:

“Ciao,
tu che ci sei vicino con il tuo sostegno e che segui le nostre iniziative, sai bene quanto sia importante nutrirsi in modo corretto per vivere sani.
Per questo, abbiamo pensato di farti un regalo: le nostre 5 guide sull’alimentazione per ogni età.”

Chiudo un occhio per lo spazio tra il ciao e la virgola, poi, se ci fosse stato il nome del destinatario, sarebbe stata una newsletter perfetta, magari sarà per la prossima volta.
Il ciao mi piace, molto. La newsletter si rivolge a chi ha scelto di sostenere la ricerca e restare aggiornato sulle iniziative per la prevenzione del cancro, l’AIRC sa che chi sta leggendo segue con interesse l’associazione. Il ciao introduce una comunicazione dal tono colloquiale, un fattore che concorre a far sentire vicina una realtà così grande e importante come AIRC.

Le call to action Scarica le guide e Richiedi ABC sono chiare, dirette, senza fronzoli.

Io ho scaricato le 5 guide dell’alimentazione per neonati, bambini, adolescenti, adulti e over 60, e ho anche richiesto la rivista ABC che aspetto di ricevere a casa. Non ho ancora letto le guide, ma sono certa siano ricche di informazioni pratiche e preziose per prendersi cura di sé con una sana alimentazione.

Contenta dei regali ricevuti, ho condiviso l’iniziativa sui canali social: i social button sono lì, alla fine della newsletter, e cliccarci su è un attimo, oltre che un piacere.
Il sito dell’AIRC.

Commenta su Google+

Lascia un commento